Stampa questa pagina

La Francia aderisce a SKAO come membro a pieno titolo

L’Ambasciatrice francese Catherine Colonna e il capo dell’Ufficio del Direttore Generale di SKAO Simon Berry mentre firmano l’accordo di adesione tra il governo francese e l’Osservatorio SKA. Crediti: France in the UK.

Grazie alla firma dell’accordo di adesione avvenuta lo scorso 11 aprile, il governo francese ha messo un altro tassello alla partecipazione della Francia come membro a pieno titolo all’Osservatorio SKA (SKAO).

La cerimonia ha avuto luogo all’ambasciata francese di Londra con l’Ambasciatrice Catherine Colonna per la Repubblica francese e il capo dell’Ufficio del Direttore Generale Simon Berry per l’Osservatorio SKA. All’evento hanno presenziato anche la presidente del Consiglio di SKAO, Catherine Cesarsky, i rappresentanti di SKAO e del Ministero francese dell’Istruzione Superiore, della Ricerca e dell’Innovazione e la direttrice di Maison SKA-France, Chiara Ferrari.

“Sono lieto di firmare il cruciale accordo scientifico che permetterà alla Francia di unirsi a SKAO”, ha affermato l’Ambasciatrice Colonna. “La firma riflette l’interesse del mio Paese a ricoprire un ruolo importante a livello internazionale e internazionale non solo per aumentare la nostra conoscenza di base nell’astrofisica, ma anche per comprendere l’origine e l’evoluzione del nostro pianeta”.

A seguito della decisione del Consiglio di SKAO e della conferma da parte del presidente Emmanuel Macron nel 2021, la firma dell’accordo decreta l’inizio del processo di ratifica, da parte della Francia, della Convenzione SKAO. Il documento internazionale risultante dall’adesione sarà quindi depositato presso il Foreign, Commonwealth and Development Office del governo britannico a Londra, depositario della Convenzione, per completare formalmente il processo.

Finora, la partecipazione francese all’Osservatorio è stata resa possibile attraverso l’accordo di cooperazione che il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica (CNRS) ha firmato con SKAO il 7 marzo. Gli ingegneri francesi hanno contribuito alla progettazione delle parabole dei telescopi SKA, delle antenne a bassa frequenza, dei ricevitori e dei processori del segnale durante la fase di pre-costruzione del progetto, mentre gli scienziati del paese sono stati coinvolti nei gruppi di lavoro scientifici di SKAO.

“Sono lieto che la Francia abbia iniziato il processo di adesione a SKAO come membro a pieno titolo”, ha affermato il direttore generale di SKAO, Philip Diamond. “Nel corso degli anni abbiamo fatto affidamento sull’esperienza dei colleghi francesi nell’ambito della radioastronomia e della tecnologia; i loro  contributi saranno fondamentali per il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di SKAO. Ai nostri amici francesi dico “Bienvenue!”

Cesarsky ha aggiunto: “Il Consiglio ha sempre incentivato un’ampia partecipazione internazionale al Progetto SKA. Sono quindi molto felice di vedere la Francia realizzare l’intento del presidente e mettere tanto impegno in questo osservatorio intergovernativo in continua crescita”.

La partecipazione a SKAO sta aumentando rapidamente, con la Svizzera che ha aderito ai sette membri fondatori dell’Osservatorio (Australia, Cina, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Sud Africa e Regno Unito) alla fine del 2021.

Leggi qui la dichiarazione dei media dell’ambasciata.