Stampa questa pagina

Dichiarazione SKA sul razzismo e la discriminazione

“I recenti eventi strazianti che hanno dato un’ampia visibilità al movimento Black Lives Matter e che evidenziano i molti anni di razzismo sistemico in tutto il mondo, ci hanno costretto a riflettere sul nostro ambiente di lavoro.

L’organizzazione Square Kilometre Array (SKA) è una partnership che coinvolge oltre mille persone provenienti da più di 14 paesi dei cinque continenti. Si tratta di una collaborazione scientifica multiculturale e globale, per sua natura diversificata, dove il razzismo e la discriminazione non trovano posto. L’uguaglianza e la diversità sono sancite dalla Convenzione SKA, un trattato internazionale che è attualmente in fase di ratifica da parte dei governi dei nostri paesi membri. Siamo orgogliosi del fatto che questi valori siano scritti nel documento di fondazione del futuro Osservatorio SKA, che ci impegna in un’organizzazione in cui vengono promossi e rispettati. Tuttavia, non basta scrivere questi principi, è necessaria un’azione significativa, da parte mia, in qualità di Direttore Generale, dei nostri team leader e di tutto lo staff SKA.

Ho incaricato il gruppo di lavoro SKA per l’uguaglianza, la diversità e l’inclusione di esaminare le pratiche e i processi di tutta l’organizzazione ed elaborare un piano su come potremmo migliorarli per garantire che la discriminazione e i pregiudizi siano totalmente assenti nel nostro posto di lavoro e nei processi di assunzione. Sto sfidando inoltre il personale Dichiarazione SKA sul razzismo e la discriminazioneSKA, la nostra comunità e i membri del Consiglio di Amministrazione a individuare eventuali problemi di disuguaglianza per garantire che possiamo identificare e trattenere talenti diversificati da tutte le parti della società. Entrambe le azioni sono fondamentali in quanto si profila un periodo di assunzioni significative.

Come collaborazione scientifica globale, l’Osservatorio SKA lavorerà instancabilmente con i suoi membri per sradicare la discriminazione in tutte le sue forme.”

Prof. Philip Diamond, Direttore Generale SKA