Stampa questa pagina

Report dal Consiglio di amministrazione SKA

In concomitanza della cerimonia di inaugurazione del quartier generale SKA, lo scorso luglio si è tenuto il 30-esimo meeting del Consiglio di amministrazione di SKA.  A rappresentare l’Italia, e l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Filippo Maria Zerbi, direttore scientifico INAF e Giampaolo Vettolani. Ecco i punti salienti.

Il Direttore Generale della Ska Organisation Phil Diamond ha discusso varie tematiche. Tra esse, è stato fatto il punto sul piano di gestione, pubblicato lo scorso marzo, relativo a salute, sicurezza e ambiente, e sul fronte delle risorse umane in merito al crescente numero di assunzioni (negli ultimi 12 mesi sono stati banditi 34 ruoli, per un totale di 998 candidature). La SKA Organisation  parteciperà al primo simposio IAU sull’astronomia per equità, diversità e inclusione (12-15 novembre 2019, Tokyo, Giappone), tematiche che la SKA Organisation sostiene fermamente. Infatti, in riferimento alle questioni di genere, nell’ultimo anno poco meno del 60% del nuovo personale SKA è costituito da donne; tuttavia, la SKA organization ritiene che siano necessarie ulteriori azioni per incoraggiare un maggiore numero di candidature femminili a ruoli scientifici e ingegneristici.

30-esima riunione del Consiglio di Amministrazione SKA.

Sono seguiti aggiornamenti sulle principali sfide strategiche che SKA deve affrontare a causa dello sviluppo di costellazioni di satelliti in orbita terrestre bassa. SKA collaborerà con le compagnie satellitari stesse, tramite l’Unione Interazione delle Telecomunicazioni (ITU) per ridurre al minimo gli effetti delle interferenze radio sulle osservazioni SKA.

Il Direttore Scientifico Robert Braun ha riferito che circa 290 partecipanti hanno partecipato allo SKA General Science Meeting e al Key Science Workshop l’8-12 aprile 2019, che si è tenuto ad Alderley Park, vicino al quartier generale SKA. La prima SKA data challenge è stata inoltre completata.  Altre “sfide” saranno organizzate regolarmente con diverse modalità di osservazioni SKA e su diversi casi scientifici. 

Joseph McMullin, Programme Director, ha parlato del piano di costruzione ed ingegneristico (i.e. lo stato del progetto,  Centri Regionali SKA, SKA1-Low) degli ultimi aggiornamenti sui costi di costruzione SKA-1 e delle varie azioni e riunioni previste al fine di essere pronti per la presentazione della proposta di costruzione alla prima riunione dello SKA Observatory Council prevista per giugno 2020.A settembre 2019, inizierà la nuova revisione delle baselines per SKA-1. Prosegue inoltre il lavoro, supportato dai colleghi in Australia e Sudafrica, sullo sviluppo di opzioni per l’alimentazione elettrica di SKA-1. Tra esse viene presa in considerazione l’energia solare fotovoltaica. L’inizio della costruzione per SKA-Mid e SKA-Low è previsto per gennaio 2021.

William Garnier, Direttore della Comunicazione, Divulgazione e Didattica SKA, ha presentato i risultati di una revisione completa del marchio SKA, effettuata nel 2018-19, inclusi sondaggi interni ed esterni alla comunità SKA. Da questo lavoro è stata definita una migliore strategia di branding.

La prossima riunione del Consiglio di amministrazione SKA si terrà il 19-20 novembre 2019 (Nizza, FR).

Un report più dettagliato della riunione può essere consultato qui: https://www.skatelescope.org/notes-from-the-chair/