Africa

Le regioni desertiche del Sudafrica sono la location perfetta dove posizionare parte delle antenne di SKA (alte e medie frequenze), perché forniscono silenzio radio e spazi sconfinati. Il silenzio radio è fondamentale per i radiotelescopi.

Il Sudafrica non affronta da solo la sfida che ha lanciato SKA: ci sono, infatti, altri otto stati nel continente africano che ospiteranno alcune antenne e parabole contribuendo al successo del progetto (Botswana, Ghana, Kenya, Madagascar, Mauritius, Mozambique, Namibia e Zambia).

Il Sudafrica ospita già i 7 dish del KAT7 telescope array, un precursore che sta effettuando dei test per il MeerKAT array che sarà costituito da un sistema di 64 dish.

Nella fase SKA1, le 64 antenne MeerKAT verranno integrate con SKA1 MID, con la costruzione di altri 130 dish. In totale, SKA1 MID conterà quasi 200 piatti in Sudafrica.

Configurazione SKA1 MID Africa

 

Clicca qui per vedere il sito di SKA in Sudafrica su Google Maps.

Clicca qui per vedere il panorama del sito di SKA in Sudafrica


 

I precursori di SKA – MeerKAT e KAT-7

South Africa’s KAT-7 telescope catches the last rays of light as the sun sets over the Karoo desert. The seven-dish KAT-7 is being used as an engineering test bed to refine South Africa’s SKA precursor telescope MeerKAT. Credit: Rupert Spann

KAT-7 nel deserto di Karoo desert. Crediti: Rupert Spann

I radiotelescopi MeerKAT varranno situati nel deserto di Karoo. Si tratta di un array di precursori del sistema SKA che condurrà test ed esperimenti per alcuni anni prima della Fase 1 del progetto. Quando verranno completati, ciascuno dei 64 piatti gregoriani di 13,5 m di diametro fornirà dati scientifici preziosi. I primi sette dish sono già stati completati e formano il sistema chiamato KAT-7, con cui i ricercatori già stanno ottenendo importanti risultati. La sinergia tra le industrie sudafricane e le università ha portato alla progettazione di antenne innovative.

Clicca qui per visitare il sito di SKA Africa.

 

Altro in questa sezione